ANNI CINQUANTA
La dolce vita in Italia

Domitilla Dardi
24 ORE Cultura128 pagine35,00 €9788866481348Cartonato stampato su setalux24 x 32 cmMarzo 2013

Il treno ETR 300, detto Settebello e disegnato da Guido Minoletti, sfreccia da Roma a Milano inaugurando la viabilità per l'anno santo: forse basterebbe questa immagine a definire l'inizio del decennio degli anni Cinquanta. Tuttavia, quell'immagine sarebbe una visione parziale di questo complesso periodo fondativo, culla di ciò che è ora celebre in tutto il mondo come Made in Italy. Infatti, sono questi gli anni in cui il design italiano – il design di Gio Ponti, Albini, Zanuso – si radicherà sull'idea di "trasformare in poetico canto ogni rappresentazione formale dell'esistenza: dal cucchiaio alla città", come ebbe a sintetizzare in un celebre slogan l'architetto e teorico italiano Ernesto Rogers.

Organizzato per aree tematiche, il volume analizza con attenzione questo straordinario decennio del design italiano, spaziando dalle carrozzerie delle auto alle confezioni per alimenti, dagli elettrodomestici ai mobili, dalla moda agli oggetti in plastica.
Sfogliando le pagine del libro, si avrà così modo di scoprire come molti oggetti ancora oggi in uso e sentiti attuali e moderni abbiano in realtà una storia di oltre sessanta anni, a dimostrare l'eccezionalità del design di quegli anni.

L'alta qualità dell'artigianato italiano è un DNA comune anche al settore della moda. Prova ne sono le creazioni delle Sorelle Fontana, di Emilio Pucci, di Fernanda Gattinoni, creatori di capi straordinari per le dive e le donne più belle dell'alta società. Il grande cinema e il divismo entrano così nell'immaginario collettivo, con modalità che verranno raccontate in maniera differente dalla Dolce vita di Fellini del 1960 e dagli spot pubblicitari di Carosello, il nuovo appuntamento serale in onda sulla neonata RAI dal 1957. Al contempo, le tavole degli italiani conoscono il passaggio dal cibo della mamma a quello prodotto dalla macchina, novità che, insieme alla grande diffusione degli elettrodomestici, muta profondamente la conduzione famigliare e la gestione casalinga, e quindi la condizione delle donne. Sono gli anni della Vespa e di "Lascia o raddoppia", di Audrey Hepburn e delle bibite in bottiglia: di nuovi costumi e di una nuova società, ritratti e analizzati in un volume elegante e riccamente illustrato.